Questione di t-shirt

Basica ma iconica, la t-shirt non smette mai di stupirci.

Sebbene la t-shirt sia un capo basico, easy e spesso considerato sportivo, nella moda è un elemento cardine per definire uno stile ben preciso che spesso sconfina nel mondo chic, grazie alla sua nonchalance: è bianca e si abbina con quasi tutto, anche sotto una giacca couture. 

Basta pensare a James Dean che l'ha resa indispensabile per chi è "bello e maledetto", senza aver bisogno di tailleur sartoriali e camicia. La portava con i jeans, sotto a giubbotti di pelle o ampi bomber di tessuto tecnico. 

Quella stessa t-shirt oggi ha subito una bella evoluzione: è diventata colorata, patterned, fashion, perché descrive un mondo. Ampia e astratta rappresenta un animo da artista o l'universo hypster; col numero della "squadra" richiama un mondo casual; minimale e monocolor per essere portata 24h/24. C'è persino il modello con Micky Mouse, come segno di nostalgia per chi ha il culto del vintage. Tante e diverse, oggi le t-shirt rappresentano noi stessi, chi siamo, proprio come un biglietto da visita. Basta dire "è una semplice maglietta"!

CREDITS&IMAGES
©Pinterest

Ti piace scrivere?

Candidati per diventare OVSWRITER e
firmare il prossimo articolo del Magazine OVS.

Candidati
Condividi sui social questo post e contribuisci alla creazione dell'e-zine OVS del mese