Look da ufficio per lui

Dress code maschile per andare a lavoro. Il ritorno del look elegante e patinato

Dress code preciso, formale e rigorosamente elegante. O, almeno, è quello che ci si aspetta come dress code da ufficio per l’uomo. Se la donna può variare, lui è più limitato nelle scelte, nonostante negli ultimi anni le fantasie e i tessuti siano diventati più colorati, entrando così in modo discreto nel guardaroba maschile di tutti i giorni. E, addirittura, per il tempo libero.

Se fondamentalmente ogni luogo di lavoro richiede delle regole precise di stile, pensando però anche al comfort, ci sono dei pezzi chiave che non possono essere ignorati.

Mai senza: la camicia. Non deve necessariamente essere bianca e con le iniziali ricamate; le tendenze introducono le fantasie come il mini pois, la texture a rombi e delicati fiori. L’idea è di non eccedere con colori forti, ma di optare per tonalità pastello e neutre (grigio-blu). Il colletto non è più maxi ma discreto e con le punte ben inamidate.

Giacca più cravatta è glam. Torna lo stile retrò, scrupoloso e impegnato, curato in ogni singolo dettaglio. I poser di Pitti ne hanno fatto il simbolo del loro look. Questo abbinamento non è più demodé. La ricetta è saper equilibrare i colori e le trame dei tessuti maschili.

Spezzare per essere casual. Free (casual) Friday non significa più jeans e sneakers, ma tailleur spezzato, destrutturato, grazie alla scelta di pantaloni chino, un cardigan di maglia stile college, un mocassino a pantofola o un calzino colorato. Osare con discrezione, rimanendo nell’eleganza assoluta

CREDITS&IMAGES 
©Pinterest

Ti piace scrivere?

Candidati per diventare OVSWRITER e
firmare il prossimo articolo del Magazine OVS.

Candidati
Condividi sui social questo post e contribuisci alla creazione dell'e-zine OVS del mese