Camicia con collo alla coreana

Tre motivi per scegliere la camicia con il collo alla coreana.

Detto anche "mandarin collar", la camicia con il collo alla coreana risale, in realtà, a una nota famiglia cinese, la dinastia Quing, che lo portò (o inventò) nel diciottesimo secolo. È una valida alternativa agli altri tipi di "colli", perché a seconda di come si abbina può essere casual o super chic, senza mai passare di moda. 

Questo particolare collo importato dall'Oriente, si distingue e riconosce dal fatto che è composto solo dal solino, quindi senza un effettivo "colletto" a punte tonde o geometriche. Termina più o meno alto, definendo il collo stesso.

Perché scegliere una camicia con il collo alla coreana? Noi abbiamo trovato ben tre validi motivi che sicuramente stuzzicheranno l'idea di fare questo tipo di acquisto.

1. Alcuni modelli sono abbottonati sino al colletto, altri lasciano un margine senza sentirsi "costretti". Per questo sono adatti anche nei periodi più caldi. Ideali, i modelli di lino.
2. Non necessita della cravatta: via libera a uno stile minimal chic, che ricorda l'Oriente, senza dover necessariamente indossare accessori che legano il collo. 
3. Casual ma con stile: la camicia alla coreana non è troppo formale, in compenso ha uno spiccato fascino, dato dalla forma inusuale del collo. Si è casti, ma non troppo. Si è fashion, ma nemmeno esageratamente. Punto d'incorntro tra i diversi stili (perché non rappresenta uno stile preciso), nonché dell'Occidente con Oriente. 

CREDITS&IMAGES
©Pinterest

Ti piace scrivere?

Candidati per diventare OVSWRITER e
firmare il prossimo articolo del Magazine OVS.

Candidati
Condividi sui social questo post e contribuisci alla creazione dell'e-zine OVS del mese