Boysh style

Stile boysh per good girls. Perché amarlo e sceglierlo...

Oggi le brave ragazze scelgono lo stile boysh. Persino la gestualità viene assorbita da modi di fare esplicitamente maschili, come fumare una sigaretta, leggere il quotidiano, evitare di accavallare le gambe per incrociarle con tutta comodità. È la donna del 2015, evoluzione della woman in carriera anni 80, quando indossare il teilleur era simbolo di rivoluzione sociale: così le ragazze iniziavano a ricoprire ruoli importanti anche nel mondo business. 

Ora non è più un tabù. Anzi, fa tendenza, proponendo così abbinamenti per niente classici. Il tailleur maschile sartoriale si indossa con sneakers di tela, le décolleté tacco 12 vengono lasciate nell'armadio preferendo un paio di derbies di pelle nera. A eccezione la borsa, che rimane un elemento iper-femminile indispensabile per raccontare il proprio stile e status. Il risultato? Look à la garçonne, ma sempre seducente e charmant.

Perché amare e scegliere un look boysh?

Prima di tutto è confortevole, sportivo, comodo, ma al tempo stesso glam. Risolve la situazione delle più pigre che non vogliono indossare i tacchi al lavoro ma mantenere un tocco davvero unico ed elegante nel suo apparente rigore. Inoltre è uno stile che ama giocare con forme e geometrie pulite, permettendo così di inserire elementi ironici, colorati e inusuali. La ricetta segreta risiede però nell'equilibrio: non eccedere e rimanere sui toni neutri. 

Inoltre è un outfit che rappresenta l'affidabilità: serio e impeccabile ma con un guizzo di creatività, che ben si addice alle nuove generazioni che stanno per affrontare il primo colloquio. Insomma fondamentale come il business card.

CREDITS&IMAGES
©Pinterest

Ti piace scrivere?

Candidati per diventare OVSWRITER e
firmare il prossimo articolo del Magazine OVS.

Candidati
Condividi sui social questo post e contribuisci alla creazione dell'e-zine OVS del mese