Viaggiare cool... Co(o)l cuore

Madonna cantava “Holiday! Celebrate!” E pensare che all’epoca non c’erano blogger che ci indirizzassero verso mete idilliache e sui capi più trendy da mettere in valigia.

Di mete cool per vivere il proprio sogno ce ne sono tantissime, qui nel Bel Paese come nel resto del globo. Basta avere un sogno. Io ho chiuso gli occhi e ho sognato alcuni posti che si sono materializzati attraverso racconti di canzoni, di foto, di documentari.
E così in questo viaggio onirico ho visto Bangkok, attraverso le note della canzone di Baby K e Giusy Ferreri, e il suo Songkran Festival, durante il quale la gente si riversa nelle strade sfidandosi in una sorta di gavettone benaugurante.
Dalla musica italiana a quella brasiliana basta un click sulla playlist, facendo partire una samba scatenata da ballare per le strade di Rio De Janeiro. Quest’anno si respirerà un’atmosfera travolgente grazie ai Giochi Olimpici 2016, sia in città sia nelle meravigliose spiagge dove sorseggiare capirinha a volontà.
Nella playlist non può mancare un po’ di musica popolare, e da pugliese DOC faccio partire una tarantella salentina, di quelle suonate dal vivo, che i ragazzi ballano improvvisando. Nel mio sogno il fazzoletto sventola sensualmente e la ballerina di pizzica si trasforma per magia nelle nacchere di una muchacha madrilena: le note di un caliente flamenco iniziano a diffondersi nell’aria.
Ogni angolo di Madrid è uno spettacolo ai nostri occhi: dall’immenso Parco del Buen Retiro, a Plaza Mayor; dalla Gran Via coi suoi negozi di lusso alla Puerta del Sol; dal magnifico Palazzo Reale al museo del Prado. E’ qui che il sogno ha raggiunto la sua apoteosi con la visione del capolavoro di Picasso, “Guernica”, lasciando quella sensazione di smarrimento e confusione che si prova nel limbo tra sonno e veglia.
Eppure io il “sueno espanol” l’ho vissuto davvero.


 

Ti piace scrivere?

Candidati per diventare OVSWRITER e
firmare il prossimo articolo del Magazine OVS.

Candidati
Condividi sui social questo post e contribuisci alla creazione dell'e-zine OVS del mese