Quest'estate tutte in riga!

Una tendenza costante nella storia della moda sono loro: le righe.

Il periodo di massimo splendore delle righe risale agli anni ’50, dopo che Coco Chanel ebbe l’intuizione di riprendere lo stile marinière dei marinai bretoni e riadattarlo alla moda femminile del tempo.

Da allora le righe non ci hanno più abbandonato e sono un caposaldo anche di quest’estate 2016! Chic e versatili, sono diventate ormai un must nei nostri armadi: bianche e nere, bianche e blu, bianche e rosse o multicolor, larghe o strette, verticali o orizzontali, sono sempre presenti sulle passerelle e indossate dalle star. Con le righe si possono creare outfit semplici e casual, ma anche dare vita ad abbinamenti più sofisticati e d’impatto. Nelle ultime sfilate le troviamo accostate a fantasie a fiori o a stampe grafiche. Non sembrano esserci limiti al loro utilizzo, quindi via libera alla vostra creatività!

Tuttavia ci sono dei piccoli accorgimenti da seguire per far sì che le righe ci aiutino a valorizzare la nostra figura. È risaputo, infatti, che a volte certi tipi di righe provocano degli effetti visivi che allargano anche i fisici più longilinei quindi, se vogliamo che un abito ci slanci e ci faccia sembrare più alte e magre, meglio optare per delle righe verticali e sottili. Al contrario, le righe orizzontali sono ammesse se vogliamo equilibrare le forme del nostro corpo: nei top e nelle maglie, ad esempio, nel caso di fisico caratterizzato da vita sottile e fianchi un po’ più larghi.

Ma a parte questi piccoli trucchetti, tutto (o quasi) nella moda è lecito, quindi bisogna sempre osare e sperimentare! Se ancora non l’avete nel vostro guardaroba, andate subito a cercare qualche capo a righe, la scelta è vastissima! Top, gonne, pantaloni, costumi… Una volta trovato il pattern che fa per voi e con cui vi sentite più a vostro agio,  sbizzarritevi con gli accessori, dato che le righe hanno invaso anche borse, scarpe, foulard e tutti i dettagli che possono impreziosire i nostri look!



 

Ti piace scrivere?

Candidati per diventare OVSWRITER e
firmare il prossimo articolo del Magazine OVS.

Candidati
Condividi sui social questo post e contribuisci alla creazione dell'e-zine OVS del mese