Libri per tutti e sempre. Book-Crossing

Librerie gratuite che occupano posto nei luoghi più diversi, dov’è possibile trovare e lasciare dei libri.

Ogni giorno postiamo decine di contenuti sui social dallo smartphone, facciamo acquisti online in pochi click, guardiamo i film in streaming e prenotiamo i viaggi da una App. Nell’era in cui la tecnologia ci accompagna in ogni momento della nostra vita quotidiana, riusciamo ancora ad aver tempo per un buon libro?         
 
Da qualche parte nel mondo sembra proprio di sì! La Germania ha dato il via a una serie di iniziative in cui i libri sono i protagonisti. A Colonia, per esempio, sono state installate cinque librerie gratuite. Sempre accessibili, collocate nelle strade e nelle piazze per avvicinare i passanti alla cultura, si possono prendere dei libri e lasciarne altri, senza scadenze o registrazioni.
 
Queste librerie gratuite occupano posto nei luoghi più diversi: all’interno del tronco di un albero oppure dentro ad un oggetto abbandonato. Le librerie sono finanziate e gestite da volontari e hanno iniziato a diffondersi sul tutto il territorio tedesco soprattutto nelle grandi città come Berlino e Hannover, nelle zone povere dove è difficile accedere ai libri.
 
 L’idea di mettere la cultura a disposizione di tutti è arrivata anche oltreoceano: a New York. Un architetto di nome John Locke ha istituito delle guerrilla libraries all’interno delle cabine telefoniche, dove, è possibile scambiarsi i libri ma anche sfogliare qualche pagina prendendosi qualche minuto di relax.
 
In Italia esiste una web community sul book crossing, ci si può registrare e scambiare informazioni soprattutto sulle “Crossing Zone” i luoghi dov’è possibile trovare e lasciare dei libri.



 

Ti piace scrivere?

Candidati per diventare OVSWRITER e
firmare il prossimo articolo del Magazine OVS.

Candidati
Condividi sui social questo post e contribuisci alla creazione dell'e-zine OVS del mese