Ig, Fb, Whatsapp: social stories

L’ultima news social sono le Facebook stories. C’è chi le ama e chi le odia ma, come per tutte le novità, l’importante è che se ne parli!

Le stories, raccolte di immagini o video visibili per 24 h, hanno ormai conquistato tutte le principali piattaforme: lanciate originariamente da Snapchat, sono successivamente approdate su Instagram e di social in social il passo è stato breve perché arrivassero a Facebook e Whatsapp.
 
Questa nuova app ha scatenato, da parte dei “twitteriani” più convinti, cinguettii pungenti in real time nei confronti di Facebook, reo di aver copiato le storie da altri social e, a colpi di 140 caratteri. Twitter è il social prediletto da chi sente il bisogno di esprimere un pensiero in maniera sintetica, invece che immortalare il proprio quotidiano: ecco perché le storie non sono ben viste dagli utenti di questa piattaforma.
 
Ma cosa ci spinge a condividere in tempo reale ciò che stiamo vivendo?
 
Sicuramente le stories segnano un ulteriore cambiamento nel nostro modo di comunicare: che siano sintomo di un desiderio di condivisione, di un progressivo distacco dal momento presente, o del bisogno di autoaffermazione che ci spinge a mettere in vetrina piccoli istanti di vita che ci fanno sentire cool, non c’è una risposta assoluta.
 
Ad ogni modo è interessante come a ciascuno sia data la possibilità di raccontarsi per immagini scegliendo cosa mostrare e creando la propria “storia”.
 
Che i contenuti piacciano o meno non importa, allo scoccare della ventiquattresima ora tutto svanirà per lasciare il posto a un nuovo giorno, nuovi momenti da condividere e nuove storie da raccontare!


 

Ti piace scrivere?

Candidati per diventare OVSWRITER e
firmare il prossimo articolo del Magazine OVS.

Candidati
Condividi sui social questo post e contribuisci alla creazione dell'e-zine OVS del mese