5 canzoni da ascoltare in Primavera

Sarà il tepore del sole caldo sulla fronte o la pioggerellina di fine marzo ma, quando arriva la primavera aumenta vertiginosamente la mia voglia di ascoltare buona musica.

Il risveglio dal lungo inverno avviene a piccoli passi e così come il mio armadio implora una rinfrescata da cachemire, sciarpe e cappellini, anche le mie orecchie invocano nuove note per cominciare un nuovo trimestre, aspettando impazienti l'arrivo dell'estate. Solitamente le ultime uscite discografiche trovano spazio proprio in questo periodo dell'anno, perciò non vi è occasione migliore per scoprire le proposte musicali più fresche con cui rinnovare le nostre playlist.
Ecco le mie cinque canzoni per la primavera 2016, da assaporare con gusto.

1. Dardust - The Wolf (https://www.youtube.com/watch?v=ZjQNEic1h6E)
La mia top five comincia con le atmosfere rarefatte ed emozionali di The Wolf del progetto Dardust, al secolo Dario Faini, autore di grandi nomi del panorama nazionale come Annalisa, Francesco Renga ed Emma Marrone. The Wolf è il primo singolo del suo secondo disco Birth, uscito il 26 marzo, che ci regala nuove sonorità elettroniche e minimaliste con classe e raffinatezza.
Perché ascoltarla: per fermarsi un istante e frenare con delicatezza la nostra giornata

2. I Cani - Non finirà (https://www.youtube.com/watch?v=Ar7F4A9JuKs)
L’animo punk del progetto di Niccolò Contessa si è addolcito, coadiuvando elettronica, pop e funk come in questo singolo uscito a gennaio, a spianare la strada verso Aurora, terzo disco della formazione romana. Si batte il piede, si dondola la testa a ritmo di cassa e basso e si riflette su se stessi con ironia e sensibilità.
Perché ascoltarla: per meditare sul chi siamo, sul dove andiamo e sul come ricorderemo i nostri anni migliori

3. Joan Thiele - Save me (https://www.youtube.com/watch?v=uYSIDRDzei8)
A soli 24 anni, lei è una splendida e piacevole scoperta: di sangue italiano, sudamericano e canadese, Joan Thiele ha esordito discograficamente con Save me nei primi mesi del 2016 e da subito le fresche sonorità electro pop dal sound internazionale che fanno da abito alle liriche in inglese hanno convinto pubblico ed addetti ai lavori. A breve uscirà il suo primo album ed io sarò pronta ad ascoltarlo con attenzione.
Perché ascoltarla: per immaginarsi in giro per il mondo di fronte ad un tramonto di fine aprile

4. Wrongonyou - Killer (https://www.youtube.com/watch?v=37doeC9in40)
Classe 1990, barba lunga e un timbro graffiato inconfondibile, di quelli che lasciano il segno: non lasciatevi ingannare dall’inglese, lui è italianissimo, giovane e dall’ottima scrittura. Marco Zitelli, questo il suo vero nome, esterna la sua passione per il folk d’oltremanica con un approccio tutto personale, masticando elettronica e acustica, con purezza e passione. Confido in un album a breve, sarebbe un peccato lasciarci a bocca asciutta.
Perché ascoltarla: per emozionarsi con poche parole ma buone, accoccolati sul divano mentre fuori piove
 
5. Niccolò Fabi - Ha perso la città (https://www.youtube.com/watch?v=rbtKkMHcFxI)
 È un gradito ritorno anche quello di Niccolò Fabi, in radio dal 18 marzo col nuovo singolo Ha perso la città che anticipa l'album Una somma di piccole cose, in uscita a fine aprile. Le liriche, addolcite dalla chitarra acustica, raccontano in maniera tagliente la frenesia che ci coinvolge tutti i giorni e ci travolge nella nostra quotidianità, ben rappresentata anche dal video girato in time-lapse con abilità e maestria dal torinese Roberto Biadi.
Perché ascoltarla: per chiudere gli occhi ed ascoltare il rumore dei propri passi accompagnati dalla sua voce.



 

Ti piace scrivere?

Candidati per diventare OVSWRITER e
firmare il prossimo articolo del Magazine OVS.

Candidati
Condividi sui social questo post e contribuisci alla creazione dell'e-zine OVS del mese

Ti potrebbe interessare anche