Estate in città Cosa fare?

Non tutti possono o scelgono di lasciare la città in estate. Quali sono le possibilità per chi resta a casa e trascorre l'estate in città? ​Quante vacanze vi concederete quest'anno?

No, non giorni a casa dal lavoro, ma vacanze vere e proprie, via da casa  e magari serviti di tutto punto in hotel con l'unico pensiero di quando scendere in spiaggia o iniziare la passeggiata in montagna. Il 52% degli italiani andranno in vacanza, ma il restante 48%?

Molti resteranno in città e se è vero che circa la metà di questi sono pensionati (potete leggere i dati in questa infografica), la domanda è: come trascorreranno i mesi di calura estiva tutti gli altri? Perché finché sei single o senza figli tutto fa brodo fra un aperitivo e una partita dei mondiali, ma quando hai dei piccoli in casa le cose si complicano e non poco.

Che ne dite quindi di fare una bella carrellata di quello che possiamo fare per trascorrere una bella estate in città
Iniziamo con qualcosa a cui abbiamo iniziato ad appassionarci grazie al Kids Creative Lab, ovvero i musei per bambini. Chi pensa che i musei siano noiosi e non adatti ai più piccoli si deve ricredere assolutamente: i musei sono divertenti, soprattutto quando sono studiati a loro misura e quando propongono attività dedicate proprio ai più piccoli.

Vediamone alcuni (oltre ovviamente alla nostra amata Fondazione Peggy Guggenheim di Venezia):
  1. MUBA: il Museo dei Bambini di Milano dove i vostri bambini potranno seguire i campus estivi o ammirare Il Museo delle Storie, un percorso dedicato alla narrazione
  2. Explora: un museo tutto dedicato ai più piccoli nel cuore di Roma dedicato a scienza, tecnica e ambiente
  3. La Città dei Bambini di Genova: il più grande museo dedicato ai bambini in Italia ha bisogno di ben poche presentazioni. Natura, scienza e tecnologia qui trovano la loro casa ideale!
  4. Museo Tattile Statale Omero: il primo museo tattile d'Italia si trova ad Ancona e anche se è nato appositamente per gli ipovedenti, è un'esperienza incredibile per tutti.
Altre possibilità per chi deve trascorrere l'estate in città sono gli acquaparchi o i parchi divertimento in generale. Sparsi per tutta Italia, sono una buona soluzione per trovare un po' di refrigerio e passare qualche ora in allegria fra attrazioni più o meno spericolate. Molti offrono abbonamenti estremamente vantaggiosi, dandovi la possibilità di accedere quando volete senza spendere una follia.

Ci sono poi, nelle nostre città, risorse troppo spesso non sfruttate: i parchi. Un picnic al parco, una passeggiata, un giro sulle giostre o un pomeriggio passato ad arrampicarsi o volare sull'altalena possono fare molto per spezzare la noia del non partire per le vacanze.

Molte città hanno parchi che conosciamo poco, magari piccoli ma ben attrezzati, o al contrario grandi ma recintati, in modo da evitare ai bambini di mettersi in pericolo. Inoltre al parco si incontrano nuovi amici sia per i piccoli che per i grandi, il che è sempre un bene. Se poi cercate parchi gioco in grado di ospitare agevolmente anche bambini con disabilità, potete consultare il blog Parchi per Tutti. Troverete molte risorse utilissime!

Infine, un ultimo consiglio per trascorrere l'estate in città: fate i turisti a casa vostra. Andate alla Pro Loco di zona, chiedete in Comune, informatevi presso le associazioni culturali locali (di solito anche le biblioteche sono una buona fonte di informazioni) e chiedete cosa viene organizzato per i turisti. Dopo di che accodatevi a loro! Perfino il paesino più piccolo può essere fonte di meravigliose scoperte in un Paese ricco di cultura e bellezze come il nostro.

Un'altra risorsa in questo senso possono essere le comunità locali degli Instagramers, ovvero gli appassionati di Instagram, la più famosa app per fotografia da smartphone in circolazione. Le community territoriali organizzano spesso instameet (incontri per visitare un luogo o un monumento in particolare) o instawalk (passeggiate per città o zone più fuori dai centri abitati) con guide o esperti dei vari luoghi. E di bambini ce ne sono sempre tanti!

​E voi dove trascorrerete le vacanze? Se resterete in città come pensate di organizzarvi?

Ti piace scrivere?

Candidati per diventare OVSWRITER e
firmare il prossimo articolo del Magazine OVS.

Candidati
Condividi sui social questo post e contribuisci alla creazione dell'e-zine OVS del mese

Ti potrebbe interessare anche