Il massaggio del neonato

I benefici del massaggio del neonato sono numerosi, sia per i genitori che per il bambino. Innanzitutto, entrambi imparano a rilassarsi.

I bambini piccoli sono spesso sommersi dagli stimoli esterni, e le neomamme (e papà) hanno difficoltà a ritagliarsi del tempo per “staccare”.

Fissare un appuntamento quotidiano (o settimanale, a seconda dei vostri ritmi) vi permetterà di inserire una pausa relax nella vostra agenda.

Il massaggio favorisce l’attaccamento. Il contatto “pelle a pelle”, nonché il contatto visivo che si instaura durante il massaggio saranno particolarmente utili per quei papà che si sentono un po’ esclusi dal rapporto fusionale mamma-bambino.
Il massaggio aiuta a conoscersi meglio, ad acquisire una maggiore intimità.
Può inoltre contribuire ad alleviare le coliche e la stitichezza, stimolando l’intestino con movimenti adeguati.

Massaggiando il vostro bambino, lo aiutate a prendere coscienza di tutte le parti del suo corpo.
Al momento della nascita il senso del tatto è, tra tutti, quello più sviluppato. Il bambino ha infatti subito una sorta di massaggio costante, a contatto con le pareti uterine, sviluppando una grande sensibilità.

Praticate il massaggio di preferenza al mattino, oppure la sera prima di andare a letto. Osservate la reazione del vostro bambino.
Su alcuni, il massaggio ha un effetto stimolante. In questo caso, è meglio riservarlo alle ore mattutine.

Rispettate i tempi del vostro piccolo. Se piange o manifesta disagio, interrompete il massaggio. Potrete sempre riproporlo in un altro momento.
Pronte a vivere una nuova esperienza?

Ti piace scrivere?

Candidati per diventare OVSWRITER e
firmare il prossimo articolo del Magazine OVS.

Candidati
Condividi sui social questo post e contribuisci alla creazione dell'e-zine OVS del mese