Tempo di sciarpa, guanti e cappello

Arriva l’inverno e finiscono anche le passeggiate all'aria aperta e i giochi al parco.

Quando fuori le temperature scendono e il freddo si fa sentire, siamo tentati a pensare di tenere in casa i nostri bambini per paura che si ammalino e si becchino un bel raffreddore. 

Ma perché eliminare questa bella e sana abitudine dalle loro giornate?

Forse non ci pensiamo, ma stare al chiuso, a scuola, in ambienti poco aerati a stretto contatto con gli altri bambini, rischia di farli ammalare molto più di una semplice passeggiata all’aria aperta.

SCIARPA CARTOONS

9.99

Shop Now



Quindi armiamoci di guanti, sciarpe e cappelli per affrontare al meglio l’aria esterna.
Copriamo i nostri bambini come facciamo con il nostro corpo ma prestando maggiore attenzione alle parti che rimangono scoperte da maglioni e giubbotti come le orecchie, la gola e le manine, che sono poi quelle zone più delicate e più soggette ai colpi di freddo.



Un cappello di lana grossa, con un bel pon pon, colorato è quello che non può mai mancare durante l’inverno, ma anche quelli stravaganti a forma di animaletto con orecchie e applicazioni sono molto carini! Bisogna averne almeno 2-3 da cambiare e scambiare in modo che, quando una si bagna sotto la pioggia o non è ancora asciutto dopo il lavaggio, ne abbiamo un altro a disposizione per non rimanere mai senza.

La sciarpa può essere scelta nello stesso colore del cappello o in una nuance simile, meglio in maglia che è tessuto più leggero e meno ingombrante della lana, per non infagottare troppo i bambini che altrimenti tra maglioni, giubbotti e sciarpone, non riescono più a muoversi!

I guantini sono indispensabili per i bambini più grandicelli e movimentati, se con i piccoli riusciamo a tenerli fermi nel passeggino ben coperti da una copertina, i grandi non si fermeranno davanti a niente e vorranno correre da una parte all’altra nel parco e perché no giocare anche con la neve! Scegliamo dei guanti impermeabili e colorati!

Ti piace scrivere?

Candidati per diventare OVSWRITER e
firmare il prossimo articolo del Magazine OVS.

Candidati
Condividi sui social questo post e contribuisci alla creazione dell'e-zine OVS del mese