Natale a casa OVS con OVSpeople

Tante testimonianze, un unico racconto.

Grazie ai racconti degli OVS People vogliamo racchiudere tutta l'Italia in un abbraccio. Preparativi, riunioni di famiglia e rituali rispecchiano le festività che tutti amiamo. Non mancano i consigli di stile o su come trascorrere queste giornate. E per concludere gli auguri, carichi d'amore, sono anche il momento per una riflessione.

I PREPARATIVI
“Natale per me inizia molto prima, è nell'aria che si respira, nella corsa ai regali, nel pensare al menù, nel preparare l'albero, gli addobbi e il presepe”. (Giorgio Racagni)
“La mia città, Como, a Natale si trasforma in un carillon vivente grazie al festival delle luci. La città murata ospita questa installazione di animazioni natalizie con la neve che accarezza il Duomo e il centro che sembra un bosco di abeti...davvero bellissimo!” (Clorinda Sgromo)
“E poi un’altra cosa che mi piace in modo particolare è la ricerca dei regali, adoro andare per negozi e comprare i regali!” (Iolanda Corio)
“Sono in piena modalità shopping. Cosa c'è di più bello che guardare la faccia di una amica che si illumina mentre scarta il tuo regalo?”(Clorinda Sgromo)
“Per una questione di comodità acquisterò la maggior parte dei regali online. Li scarteremo tutti assieme dopo il pranzo di Natale.” (Danna Vanni)

IL NATALE
“I miei genitori vivono in un'altra regione e le vacanze di Natale sono uno di quei pochi periodi dell'anno dove ci riuniamo veramente tutti per qualche giorno”. (Francesca Focarini)
“Come da tradizione il Natale si trascorre in famiglia, lo spazio per gli amici si riserva a capodanno”. (Gabriele Mauro)
“La vigilia la si passa esclusivamente in famiglia almeno fino alla mezzanotte mangiando calzone, frittelle, rustici e tanti dolci. Dopo aver aperto i regali, i più giovani escono con gli amici per giocare a carte e scambiarsi i regali!” (Roberta Ferrante)
“Da parecchio tempo infatti lascio le serate mondane molto volentieri, preferendo di gran lunga la mia famiglia, il buon cibo e gli abbracci che ti scaldano il cuore.” (Sara Aiello)
“Nei giorni successivi mi ritaglierò sicuramente del tempo per i miei amici più cari.” (Danna Vanni)

GLI OUTFIT
“Per la vigilia mi immagino con un vestitino rosso, non troppo appariscente”.(Clorinda Sgromo)
“Sicuramente nei prossimi giorni acquisterò un nuovo outfit, ma punterò sicuramente su accessori scintillanti!
Mentre per il 26 utilizzerò il mio caldo maglione bianco con frange OVS!” (Roberta Ferrante)
“A Natale mi piacciono tantissimo i maglioncini con disegni che richiamano questa festività, abitini e ovviamente qualcosa di rosso”.(Erika Barbato)
“Indosserò qualcosa di semplice ma elegante, al bando i jeans! Sì a possibili vestitini, e pantaloni in tessuto, maglioni over e tacco”. (Elena Spagnoletto)
“Un cardigan melange e un pantalone nero skinny al quale abbinare uno stivaletto in pelle nera”. (Danna Vanni)
“Ho puntato una gonna a ruota verde che ricorda troppo un alberello di Natale!” (Alice Cerea)
“Ho acquistato due abitini neri uno in pizzo ed uno shine.” (Elisabetta Bertolini)
“Per la vigilia, non so ancora cosa indosserò... ma mi immagino con un vestitino rosso, non troppo appariscente”.(Clorinda Sgromo)
“Di sicuro ci saranno tanti glitter, come vuole la moda!” (Sara Aiello)
"sui capelli, invece dei fermagli, aggiungerò dei glitter a mo' di fermagli, una mia personale versione delle glitter roots tanto di moda adesso! " (Donatella Gaeta
“Dato il clima molto freddo i maglioni di lana grossa saranno i prediletti, magari color senape o bordeaux, con un bel calzino in tinta. Sciarpa oversize e cappello!”  (Giorgio Racagni)
“Sicuramente un bell'outfit targato OVS da indossare il 25 , magari curato nei dettagli dalla mia compagna , che conosce in maniera particolare cosa significhi per me stile”. (Gabriele Mauro)

TRA RITUALI E TRADIZIONI
“Il rituale che aspetto con più emozione? La preparazione dell'albero di Natale lo è da sempre ma da quando sono mamma lo è ancora di più”. (Sara Aiello)
Ma anche “Inserire Gesù bambino nel presepe!” (Roberta Ferrante)
 "beh il rituale che si verifica tutti gli anni, e che un po' ho vergogna a dire, è riunirci sotto l'albero a Natale per mettere il Bambino nel nostro Presepe. Da piccoli io e i miei fratelli lo portavamo cantando le canzoni di Natale, ed è rimasta questa piccola tradizione anche ora che siamo decisamente cresciuti" (Donatella Gaeta)
Per non parlare dei “... preparativi per i pranzi e le cene, dove aiuto mia suocera o mia nonna ad apparecchiare e sistemare la tavola affinché tutto sia pronto”. (Elena Spangoletto)
Anche “io e mia mamma ogni anno per Natale cerchiamo di cucinare sempre qualcosa di diverso e particolare e circa una settimana prima stiliamo un vero e proprio menu”. (Iolanda Corio)
perché “essere riuniti intorno ad una tavola e condividere tutto è la cosa più bella!” (Alice Cerea)
Mangeremo “Sicuramente pesce per il giorno della Vigilia perché a casa mia siamo rispettosi delle tradizioni e cappelletti in brodo per il pranzo di Natale.” (Francesca Foscarini)
“a Trani si mangiano cartellate, fichi al cioccolato e calzoncelli!” (Roberta Ferrante)
"In campania la tradizione natalizia vuole si preparino alcuni dolci tipici, come gli struffoli, delle palline al miele con canditi e diavolini, penso che li preparerò anche quest'anno insieme a mia nonna, l'unica che ha la ricetta!" (Donatella Gaeta)
“di sicuro non mi farò mancare il pandoro”. (Erika Barbato)
“a casa mia non mancherà la cremina al mascarpone che piace a grandi e bambini ;)” (Elisabetta Bertolini)
“Una cosa è certa, l'indomani non vorrò mettermi sopra la bilancia”. (Sara Aiello)
E quando arriva il momento dello “scambio dei regali, mi piace vedere i miei cugini più piccoli felicissimi nello scartarli”. (Erika Barbato)

TRA FILM E LETTURE
Mamma ho perso l'aereo... Lo fanno sempre a Natale.” (Marianna Lagani)
"Non c'è Natale se io non vedo il Grinch". (Donatella Gaeta)
“Il mio film di Natale è Love actually. Londra vestita a festa e  le tante storie d'amore che s'intrecciano nel film, sono gli ingredienti giusti per una serata di dicembre”. (Sara Aiello)
Una poltrona per due e Mamma ho perso l'aereo, c'è bisogno di chiedere? :)” (Alice Cerea)
“Quest'anno, cascasse il mondo, devo assolutamente guardare Nightmare before Christmas. Lo so, è vergognoso, ma non ho mai avuto modo di vederlo. Leggerò sicuramente Storia di una ladra di libri”. (Danni Vanni)
“Una cosa che amo fare nelle vacanze di Natale è rileggere il Canto di Natale di Dickens, (un must!) sul divano, con una tazza fumante di Earl Grey”. (Clorinda Sgromo)
“Sicuramente prenderò uno di quei romanzi ambientati a New York o a Londra che raccontano storie di amori da favola immersi nell’atmosfera del Natale”. (Iolanda Corio)

PERCHE' NATALE E'
“Natale è calore e abbracci”. (Danna Vanni)
“Per me il Natale significa principalmente famiglia e calore, il valore degli abbracci e dei baci che ci si scambia in questo periodo”. (Roberta Ferrante)
“Questo è il Natale per me: tempo per apprezzare e ringraziare chi rende speciale la tua vita”. (Clorinda Sgromo)
"vedo il Natale come qualcosa di intimo e privato, e l'intimità che mi ha sempre dato casa mia alla luce del nostro piccolo ma curatissimo Albero è ciò che mi fa stare bene" (Donatella Gaeta)
“Il Natale è lo stringersi attorno all'amore che c'è affinché ci sarà in futuro”. (Elena Spagnoletto)
“Il Natale dovrebbe significare pace, amore e serenità, e visti i tempi se fosse davvero così dovrebbe essere tutti i giorni Natale; dovremmo tutti un po’ più rispettosi degli altri e cercare di vivere in modo pacifico insieme”. (Iolanda Corio)
Quindi “Spazio per i buoni propositi [..] fare un bilancio di quello che di buono c'è stato e che sperò ci sarà anche per l'anno prossimo”. (Sara Aiello)
“Spazio per le buone azioni (che dovrebbe esserci sempre e non solo a Natale); come ricordarsi di chi è meno fortunato di noi e non ha da mangiare; oppure ricordarsi dei nostri amici a quattro zampe che sono da soli nei canili senza una famiglia”. (Iolanda Corio)
“Sarà banale, ma vorrei un 2016 più sereno, per me e per le persone a me care! E poi spero che si realizzino alcuni dei mie sogni, piccole cosine che mi darebbero tante soddisfazioni a livello personale”. (Iolanda Corio)

Ti piace scrivere?

Candidati per diventare OVSWRITER e
firmare il prossimo articolo del Magazine OVS.

Candidati
Condividi sui social questo post e contribuisci alla creazione dell'e-zine OVS del mese