Respirare aria nuova

EXPO è anche l'occasione per parlare di sostenibilità e bioedilizia

L'Austria è forse il paese che, nella costruzione del suo padiglione, ha meglio interpretato lo spirito di EXPO. Per arrivare a questo risultato l'Austria si è data un tema, Breathe, e ha esteso il concept all'elemento aria: energia fondamentale per nutrire il pianeta. Ha indetto un concorso e il progetto vincitore rappresenta al meglio il know-how e la filosofia di questo stato europeo. L'edificio è immerso in un bosco che produce ossigeno per 1800 persone all’ora! La sensazione di essere in una foresta viene portata anche all'interno e l'architettura che, come fosse un “collettore di fotosintesi”, raffredda l'ambiente sfruttando l’evaporazione delle piante, consentendo così di rinunciare all'impianto di climatizzazione. 


La Russia propone un edificio multi-funzionale dal design contemporaneo, monumentale esempio di artigianato. Un'elegante facciata in legno e una copertura verde creano una soluzione armonica che si eleva verso il cielo.
Il padiglione propone soluzioni ingegneristiche uniche per tecnologie verdi. All'interno si alternano spazi aperti e punti di osservazione che ricordano quelli dei giardini all'italiana. Sul tetto dell'edificio ci sono giardini pensili, e la parte a sbalzo simboleggia i campi sconfinati della Russia. 


La Colombia, data la sua vicinanza geografica all’equatore, non è soggetta al mutare delle stagioni, ma ha come unica variabile climatica l’altitudine. A EXPO il paese fa vivere questa caratteristica all'interno del padiglione. Ecco scalare dal piano terra al quinto piano è come passare da 0 a oltre 5000 metri sul livello del mare, attraversando tutti i cinque “piani termici” esistenti al mondo (pisos termicos de Colombia). In ogni livello si trovano specie animali e vegetali differenti. L’esperienza sensoriale si completa con musica, colori, sapori, ambienti e percezioni.


© Photos & link
Breathe.Austria

Ti piace scrivere?

Candidati per diventare OVSWRITER e
firmare il prossimo articolo del Magazine OVS.

Candidati
Condividi sui social questo post e contribuisci alla creazione dell'e-zine OVS del mese